PC fisso e Gruppo di continuità: perché comprarne uno e come funziona?

Uno dei problemi fondamentali dei PC è la variazione di tensione, ed in particolare i PC fissi sono molto soggetti a queste variazioni se non protetti. Per questo è necessario acquistare un Gruppo di continuità (UPS), sia per proteggere il PC dai sovraccarichi (causati spesso da fulmini) in quanto, tutti o quasi, i Gruppi di continuità hanno prese che proteggono da sovraccarichi e poi per proteggerlo da eventuali interruzioni di corrente indesiderate che ci farebbero non solo perdere tempo (poiché perderemmo i dati non salvati) ma danneggerebbero il PC che si spegnerebbe senza aver terminato i processi nel giusto modo e con un’interruzione radicale di energia che potrebbe danneggiare le zone più sensibili del PC.

Gruppo di continuità (UPS)
Gruppo di continuità (UPS)

Cosa fa il Gruppo di continuità precisamente?

Il Gruppo (UPS) “Uninterruptible power supply” permette di mantenere attivo il PC con un’autonomia che, a seconda del Gruppo, può variare da 5 a 30 minuti circa consentendoci di salvare i documenti non salvati e di spegnere in tutta sicurezza il pc. Protegge da sovraccarichi come detto sopra ed è di facile installazione.

La scelta del Gruppo (UPS) è molto importante in quanto dobbiamo basarci anche sulla potenza richiesta dagli apparecchi che dovremo collegare all’UPS. Ce ne sono da 500va, 800va e superiori, i costi variano dai 30€ in su, personalmente per uno della TRUST da 800va ho pagato circa 60€ e non mi lamento. Ritengo sia utilissimo.

L’installazione solitamente non richiede conoscenze da “tecnici esperti”, e nel mio caso la procedura prevedeva:

  • Spegnere il PC;
  • Scollegare i cavi di alimentazione (CA) del PC e del Monitor;
  • collegare attraverso i cavi dell’UPS il PC ed il Monitor al Gruppo di continuità (UPS);
  • Utilizzare il cavo di collegamento del PC, scollegato nella seconda fase, per collegare l’UPS alla presa elettrica;
  • Accendere il gruppo di continuità;
  • Caricare il Gruppo di continuità per 8 ore;
  • Le apparecchiature collegate all’UPS possono essere accese.

 

Non credo sia difficile e vi assicuro che sono soldi ben spesi!

Articolo a cura di Saluxjiras.it

About Claudio Daniele

Claudio Daniele
Claudio Daniele, è Webmaster di "Saluxjiras.it", Blogger Freelance, articolista, amante del web e di tutto ciò che lo circonda. Nella vita, è uno studente universitario ed in rete Scrive soprattutto di Tecnologia, Social Media Marketing, Giochi e curiosità dal web.