L’oscuro fascino del Web

Web, ultima frontiera. Internet rappresenta oggi il nuovo campo di “battaglia” per il controllo delle masse. Chi riesce ad avere maggiori spazi e visibilità, quindi i famosi contatti nel web, oggi può manipolare l’informazione e, soprattutto, può captare una enormità di dati.

radar-dish-63013_640

Il web è affascinante e nel contempo oscuro. Molti con estrema superficialità lo usano per lasciare, magari inconsciamente, tutta una serie di informazioni che sono fondamentali per le varie lobby. Le campagne pubblicitarie così come le campagne elettorali oramai pianificano il loro percorso attraverso questo potente mezzo. Le cosiddette voci libere sono poche e di difficile interpretazione. Se una volta si ricorreva alle catacombe per poter esternare liberamente le proprie idee, oggi sempre più massicciamente il web diviene un autostrada globale dove corrono numerose notizie. Alle volte diventa impossibile verificare la loro credibilità, visto che i mezzi tecnologici a disposizione possono riuscire a creare tutto quello che si vuole. Verità e falsità corrono parallele e spesse volte si intrecciano creando un groviglio che diviene una ingarbugliata matassa.

Ogni motore di ricerca è ormai divenuto un insieme di spot pubblicitari, ma questo è anche il prezzo che si deve pagare per poter usufruire di un mezzo gratuito. I politici, i governi di vari paesi stanno tentennando, e in alcuni sono riusciti a imbavagliare il web. Basti pensare alla pesante censura in atto in Cina. Ma questo Paese non è l’unico. I mussulmani utilizzano da tempo il web per lanciare strali contro il mondo occidentale, negando poi nei loro Paesi le basilari leggi di uguaglianza e di diritto. Ma i problemi vertenti il mondo del web sono vari e complessi, abbracciando una vasta gamma di individui.

computer-69910_640

Infatti molti esseri umani hanno la “social network mania”, una forma che li vede perennemente connessi fra loro per parlare. Ora, se da una parte c’è da tremare all’idea che colossi delle varie holding esercitano un forte controllo e una enorme pressione sul mondo di internet, dall’altro bisogna anche ammettere che non sono poi così numerosi gli utilizzatori del web che hanno compreso il vero senso di internet. Molti lo hanno scambiato come una sorta di rifugio virtuale dove scappare, o peggio, dove andare a “caccia”. Dietro l’anonimato vi sono individui che si utilizzano atroci, sottili e perfidi sotterfugi, giocando e speculando sull’altrui debolezza.

Le nuove generazioni che sono nate e cresciute esclusivamente con l’utilizzo del web sono quelle che dovrebbero avere maggiore dimestichezza con questo mezzo… ma questo in teoria. In pratica, infatti, è palese che sono le vittime e i carnefici predestinati. Bisogna ammettere che vi è una mancanza di cultura e di preparazione, si è di fronte a troppa superficialità. Forse è la mania di protagonismo che determina l’immettere in rete spaccati di vita privata o accettare con facilità presunte “amicizie”. Quindi non è esagerato asserire che i poteri forti, dopo una momentanea “distrazione” abbiano ripreso il controllo delle masse; tuttavia questo può avvenire perché le masse non vogliono emergere, ma preferiscono pascolare nel gregge. Questa debolezza diventa, così, una potente arma in mano a chi vuole indirizzare, controllare, pensieri, parole e opere.

About Rometta

Rometta
Giornalista e scrittrice. Il mio slogan? “La curiosità fa parte integrante dello scrivere”. Sono appassionata di sport (ho il patentino di Tecnico rilasciato da Coverciano), di cucina (mi rilassa tra uno scritto e l’altro) e di origami (arte giapponese del piegare la carta). Sono una inguaribile ottimista e per me la bottiglia è sempre mezza piena!