Junk food, quando nutrirsi si trasforma in cattiva alimentazione

Sana alimentazione e junk food (cibo “spazzatura”), due facce della stessa medaglia. Il nutrirsi è una delle pulsioni primarie che l’uomo ha nel suo DNA. Se in tempi passati il riuscire a farlo non era per nulla facile, ai nostri tempi le cose si sono, paradossalmente, complicate notevolmente.  Infatti se nel 1959 sulla Terra eravamo tre miliardi di persone oggi siamo oltre sette miliardi e le stime ci dicono che nel 2043 raggiungeremo la cifra nove miliardi di persone.


Cifre che fanno per certi versi rabbrividire se si considera che tutte queste persone devono essere quotidianamente sfamate. Questo in generale, poi scendendo nel particolare si deve tenere presente che non tutti hanno le stesse tipologie di risorse, per cui vi sono Paesi dove si acquisiscono calorie superiori alle necessità e altri invece che ne scarseggiano. Ma è palese che, a prescindere dalla distribuzione delle risorse, la quantità di bocche da sfamare è enorme. Per poter far sì che si possa soddisfare l’esigenza primaria di nutrirsi, purtroppo si sono dovute fare delle scelte.

Produzioni massificate, un bene o un male?

produzione di massa

Produrre un bel pomodoro come facevano i nostri nonni oggi non sarebbe sufficiente a sfamare il pianeta, per cui si è dovuto gioco forza passare ad una produzione massificata ed industrializzata. Questo ovviamente è andato a discapito della naturale produzione. Il ciclo di vita degli animali, così come quella dei vegetali e di tutto quello che riguarda il settore alimentare, si è dovuto adeguare a esigenze umane che sono impellenti. Ogni giorno tutte queste persone si nutrono. Solo in Italia siamo quasi sessanta milioni di persone che ogni giorno fa colazione, pranzo e cena. Ma accanto a questo panorama che sarebbe normale, quotidiano, vi è un aspetto negativo, dannoso per la salute: l’abuso alimentare.

junk food

Obesità, diabete, malattie cardiovascolari, sono solo alcune delle malattie correlate all’abuso del cosiddetto junk food, il pericoloso cibo spazzatura che molte volte arriva sulle nostre tavole. Abitudini alimentari dettate più dalla moda che da reali esigenze oggi portano sempre più non a mangiare, ma a ingozzarsi di cibi che consumati a ripetizione causano gravi danni al nostro organismo. Come per tutte le cose l’abuso sconsiderato porta conseguenza che possono essere drammatiche, ecco perché non bisogna eccedere e cercare di mantenere un sano equilibrio.

About Rometta

Rometta

Giornalista e scrittrice. Il mio slogan? “La curiosità fa parte integrante dello scrivere”. Sono appassionata di sport (ho il patentino di Tecnico rilasciato da Coverciano), di cucina (mi rilassa tra uno scritto e l’altro) e di origami (arte giapponese del piegare la carta). Sono una inguaribile ottimista e per me la bottiglia è sempre mezza piena!