Bambini: infanzia violata, grida nel silenzio

Da bambini ognuno di noi ha dei sogni, delle speranze, delle aspettative e questo a prescindere dal colore della pelle, dalla religione o dalla nazionalità. Ogni bambino dovrebbe poter crescere in un ambiente sano, pulito non solo da un punto di vista ambientale ed igienico, ma soprattutto da un punto di vista morale e del rispetto dei suoi diritti.

Purtroppo questo viene negato in tantissimi Paesi. I bambini e tutti gli abusi del mondo nei loro confronti rappresenta certamente uno di quei temi caldi che molte volte, troppe volte, viene taciuto, dimenticato, volutamente ignorato. Invece è una piaga tragicamente in aumento e vede una crescita esponenziale non solo nei Paesi cosiddetti “poveri”, ma anche fra le mura domestiche di città, metropoli di quelli ricchi e che si definiscono civili. Un dramma, quello dei piccoli abusati, sfruttati e vilipesi che non ha confini investendo l’intero globo.

Los Intocables
immagine riassuntiva di alcuni lavori di Erik Ravelo “Los Intocables” (gli intoccabili)

Per una sorta di brutta ipocrisia i mass media tendono a non trattare e discutere come si dovrebbe questo aspetto così vile, questo comportamento umano che neppure la peggiore bestia riesce a mettere in atto. Sembra quasi che vi siano timori o forse una sorta di omertà. Si sarebbe tentati di ipotizzare addirittura l’esistenza di una forte lobby che muove le fila (e di Lobby ha parlato anche il Papa recentemente…). E’ innegabile che se non di fronte a fatti di cronaca scioccanti ed eclatanti, normalmente nei telegiornali così come sulla carta stampata si dimentica e si sottace che indifesi bimbi vengono venduti, massacrati, costretti ad imbracciare le armi e resi schiavi per un mercato scandalosamente permesso da leggi troppo blande e non sufficientemente idonee a punire cose aberranti come gli abusi sui bambini.

Basti pensare che solamente nel 2012 il Parlamento italiano ha introdotto nel Codice Penale il reato di “pedofilia”. Ma c’è chi avrebbe auspicato una maggior severità ed ha gridato alla scandalo per il fatto che lo stesso Parlamento italiano abbia bocciato con un secco No la proposta avanzata dalla Lega che prevedeva il “blocco androgenico totale”, cioè la castrazione chimica, per i criminali responsabili di atti di sopruso nei confronti di minorenni.

Per poter arginare questa piaga non ci si dovrebbe limitare ad aiuti a pioggia nei confronti di quelle popolazioni ritenute povere, ma si dovrebbe intervenire alla radice con la volontà di estirpare un qualcosa di così vile e truce nei confronti di esseri indifesi e che non hanno alcuno strumento idoneo per poter vedere un futuro roseo innanzi a loro. Purtroppo sull’argomento vi è una ridda di opinioni, alcune addirittura in antitesi fra loro, frutto di pensieri pseudo religiosi che sono stati inculcati e che prevedono di essere non troppo cruenti nei confronti di chi commette reati del genere. “Il porgere l’altra guancia” nei confronti di chi si macchia di queste aberrazioni non può e non deve essere applicato. Tutto questo caos legislativo, tutte queste discordanti tesi, tutti gli inquietanti silenzi hanno solo una triste e sconcertante conseguenza: i bambini in tutto il mondo continuano a subire abusi e nessuno coglie concretamente il loro silenzioso grido di aiuto.

About Rometta

Rometta

Giornalista e scrittrice. Il mio slogan? “La curiosità fa parte integrante dello scrivere”. Sono appassionata di sport (ho il patentino di Tecnico rilasciato da Coverciano), di cucina (mi rilassa tra uno scritto e l’altro) e di origami (arte giapponese del piegare la carta). Sono una inguaribile ottimista e per me la bottiglia è sempre mezza piena!