7 Days To Die

7 Days To Die è un survival horror con elementi di crafting. Il titolo si ispira a Minecraft almeno per quanto riguardano le meccaniche basilari, ma il paragone finisce qui perché 7 Days To Die porta molte novità e ha grandi ambizioni. Potete trovare il sito di 7 Days To Die al seguente link: http://7daystodie.com/

7 Days To Die – Meccaniche di Gioco e Ambientazione

7 Days To Die è un mix di: Sparatutto in prima persona, Survival Horror, Tower Defense e Gioco di Ruolo che combina elementi di combattimento, crafting, looting, mining, esplorazione e sviluppo del proprio personaggio. Questo mix esplosivo che fa venire il capogiro ma è ben amalgamato per dare vita a un gioco che si rivela essere originale e interessante. Il multiplayer inoltre si rivela essere la ciliegina sulla torta su un titolo già interessante per gli amanti del genere.

7 Days To Die - 01

7 Days To Die viene ambientato in un ipotetico futuro non molto lontano, in un mondo ormai devastato dalla Terza Guerra Mondiale e dove non rimane altro se non un mondo in rovina devastato dalle armi nucleari che rimanda molto ai titoli di Fallout. Dopo questa grande guerra un virus sconosciuto ha iniziato a mietere vittime trasformando le persone in cadaveri ambulanti assetati di sangue, piuttosto tonti e lenti durante il giorno e delle vere e proprie macchine da guerra durante la notte. Per essere più precisi il gioco è ambientato in Navezgane una contea dell’Arizona ed è l’ultimo “paradiso terrestre” rimasto per vivere, se non fosse per gli infetti.

7 Days To Die - 02

In 7 Days To Die il giocatore può liberamente esplorare il mondo proprio come avviene nei titoli di Fallout trovando campi verdeggianti, foreste, zone industriali, piccoli paesi abbandonati o città con grattacieli! Ogni costruzione sarà esplorabile al 100%, piena di rottami e oggetti più o menu utili da recuperare.

7 Days To Die - 03

Per quanto riguarda la componente GDR ci imbatteremo in quest generate in modo dinamico, ricordandoci anche di tenere sotto controllo il livello delle radiazioni, della fame e della sete da cui dipenderanno anche le condizioni fisiche del nostro personaggio. Per quanto riguarda il cibo sarà anche possibile creare le nostre coltivazioni in modo simile a Minecraft.

7 Days To Die - 04

Sarà possibile recuperare le risorse necessarie come in Minecraft, con la differenza che avremo una tabella di creazione di 5×5 blocchi! Ma non sarà necessario disporre di un Wiki visto che avremo a disposizione una comoda lista di ricette. Gli oggetti creati saranno inoltre personalizzabili in più modi, così da risultare più o meno utili a seconda dell’abilità del creatore e delle scelte di costruzione.

7 Days To Die - 06

Gli zombie di 7 Days To Die non sono i soliti cadaveri ambulanti a cui siamo abituati, sono infatti in grado di percepire suoni e odori, facciamo dunque attenzione a dove nascondiamo le nostre provviste e al troppo rumore, specialmente quando cala la notte. Un altro punto da notare è che gli infetti hanno poteri diversi e possono dare filo da torcere ad un giocatore che non si barrica in modo opportuno o che non prepara bene le difese nel proprio nascondiglio.

7 Days To Die - 05

Ultimo occhio di riguardo da parte dei produttori va certamente alla fisica del gioco, non sarà infatti possibile creare strutture “volanti” che non hanno un collegamento con una struttura che appoggia a terra, o creare strutture troppo lunghe a mezz’aria che non potrebbero mai reggere nel mondo reale. 7 Days To Die specifica anche che tale sistema non è solo una limitazione realistica ma che può anche essere utilizzato per creare trappole di vario genere.

Ecco un trailer che mostra il gioco in Alpha, quindi ancora nelle prime fasi di sviluppo:

7 Days To Die – Conclusioni, Costi e Data di Uscita

7 Days To Die è già disponibile all’acquisto al prezzo di 35$ ed è al momento in Alpha. Gli acquirenti del titolo avranno diritto a tutti i futuri aggiornamenti del gioco senza dover sborsare altro denaro una volta acquistato.

7 Days To Die nasce da alcuni sviluppatori riuniti sotto il nome di “The Fun Pimps” dove l’esperienza media dei membri del team è di 14 anni nello sviluppo videoludico con membri che hanno lavorato con compagnie importanti e conosciute.

7 Days To Die è un titolo che strizza l’occhio a diversi generi videoludici e che non va confuso con un gioco “copia” di Minecraft in quanto ha moltissimi elementi originali. 7 Days To Die ha già raggiunto la quota prefissata su Kickstarter e il gioco completo è previsto per Maggio 2014, pur essendo già acquistabile da ora in versione Alpha. 7 Days To Die  è un titolo interessante che potrebbe portare molti giocatori a combattere fianco a fianco in un mondo vasto e ricco di opportunità come pochi giochi sanno offrire.

About Raul Lazar

Raul Lazar
Mi chiamo Raul e sono appassionato di videogiochi e tecnologia e quando non lavoro su qualche sito web o progetto informatico amo condividere i miei interessi scrivendo articoli su varie tematiche.